Notizie

Notizie

Informazioni sulle destinazioni
Mettiamo a disposizione dei nostri clienti un ricco database contenente informazioni sulla geografia, clima e cultura delle mete da loro prescelte.

 

GEOGRAFIA

Soprannominata dai suoi abitanti The Land Down Under perchè si trova nell'emisfero meridionale, l’ Australia è circondata dall’ Oceano Indiano ad ovest, dall’Oceano Pacifico ad est, a nord dal Mar di Timor e dal Mare degli Arafura, a nord est dal Mar dei Coralli,  a sud dalla Gran Baia Australiana e a sud est dal Mar di Tasman. A nord, la Terra di Arnhem e la penisola di Capo York formano il Golfo di Carpenteria.

E’ la sesta nazione del mondo in ordine di grandezza e il più grande stato dell'Oceania e dell'intera Australasia.

Ha una superficie di ben 7.703.429 Km² (un'estensione quasi pari a quella degli Stati Uniti e dell'Europa!) e conta appena 20.109.000 abitanti, numero equivalente a quello del Nord Italia!

Terra dell’infinito e di contrasti, è un Paese ricco di scenari diversissimi fra loro, ma accomunati da un'eccezionale spettacolarità.

Al Nord troviamo una fascia tropicale, con una rigogliosa foresta pluviale sottoposta all'influenza monsonica, lunghissime e meravigliose spiagge sulle coste est ed ovest, zone montagnose e una fertile fascia costiera al sud, sconfinati deserti di terra rossa e di cieli infiniti al centro (il famoso Outback), interrotti soltanto da misteriosi monoliti come Ayers Rock, e splendide montagne come i Monti Olga.

Il paesaggio australiano si distingue in vari tipi di vegetazione: bush (formato da eucalipti da alto fusto, fino a 40 metri!), malee (con eucalipti non più alti di 5 metri), mulga (prevalenza di acacie) e scrub (cespugli bassi). 

 

CLIMA

L'Australia, trovandosi nell'emisfero australe, ha stagioni invertite rispetto a noi quindi i mesi più caldi sono dicembre, gennaio e febbraio, mentre quelli più freddi sono giugno, luglio e agosto.
Chiamata dagli aborigeni "terra dalle 7 stagioni, è visitabile tutto l’anno anche se il periodo migliore va da febbraio a maggio, che corrisponde alla fine della loro estate e all’inizio dell’autunno: le notti sono fresche, durante il giorno fa caldo ma con basso tasso di umidità che rende le temperature piacevoli.

Inoltre il clima varia naturalmente a seconda delle zone.

Nel nord del Paese è tropicale con una stagione secca da maggio a ottobre, ideale per visitare il Kakadu, il Kimberley e le foreste tropicali del Queensland, e una stagione delle piogge da novembre a maggio con temperature elevate, forte umidità e possibilità di cicloni; infatti molte zone sono chiuse ai turisti. Sulle isole settentrionali della barriera corallina le piogge sono più frequenti nei mesi di gennaio e febbraio.

Sulla costa orientale, dalle isole meridionali della Grande Barriera Corallina a Sydney, le piogge si ripartiscono durante tutto l'anno con temperature piacevoli in tutte le stagioni.
L’Outback desertico presenta un clima secco con elevata escursione termica e temperature alte in particolare da novembre a marzo (oltre 40° a Alice Springs e Ayers Rock), dove diventano fastidiose le mosche.

L'autunno è molto bello soprattutto a Canberra e nelle Victorian Alps dove, fra giugno ad ottobre, vi è la stagione sciistica con i migliori impianti che si trovano anche nel Nuovo Galles del Sud e Tasmania.

Le regioni meridionali presentano un clima simile alla nostra macchia mediterranea, anche se durante l’inverno australiano nelle città che non si affacciano sulla costa le temperature possono raggiungere temperature piuttosto rigide.  Anche se il clima non è favorevole, si consiglia la visita ad aree tipo Kangaroo Island in quanto è più facile vedere animali durante tutto l’arco della giornata rispetto ai periodi estivi.

Nell’ovest, in particolare a Perth, il clima è molto caldo d’estate ed inverni miti.

Durante il periodo delle vacanze scolastiche estive (corrispondente al nostro Natale) è facile trovare il tutto esaurito in molte località; da evitare anche il periodo delle vacanze pasquali.

 

CULTURA

“Uomo bianco, solo il tempo è fra noi.
Siamo le ultime tribù dell’età della pietra in attesa che il tempo ci soccorra come ha soccorso te”
Kath Walker
Poetessa aborigena

Il popolo aborigeno abita l’Australia da 40000 anni ma si ipotizza che abbiano avuto origine sul continente tra i 50.000 e i 60.000 anni fa!

Nel gennaio del 1788 11 navi inglesi con 700 galeotti a bordo gettarono l'ancora nella baia di Sydney dando il via processi migratori dall’Europa verso l'Australia, iniziando la sua colonizzazione; in particolare il ceppo etnico britannico, di gran lunga il più numeroso (94%), impresse il proprio carattere a tutta la vita politica, sociale ed economica del Paese, tant’è che la sua attuale struttura socio-culturale è di tipo occidentale.

Comunità di minor rilievo sono rappresentate dai discendenti degli immigrati italiani (1,5%), olandesi, tedeschi, irlandesi, polacchi ed asiatici.

La maggior parte della popolazione vive nei grandi agglomerati urbani degli stati del New South Wales, Victoria e Tasmania .

 

Cultura aborigena

La popolazione aborigena ammonta attualmente a circa 160.000 unità (230.000 con i mezza casta) su un totale di circa 20 milioni. Sebbene nessuno sappia quanti fossero gli aborigeni australiani ai tempi dei primi insediamenti europei in Australia, si ritiene che si aggirassero a circa 1.300.000 unità. Alla fine del 1800 si erano ridotti a poco più che 50.000 persone, falcidiati da un lato dalle malattie importate dagli europei, dall'altro uccisi, spesso gratuitamente, dai coloni. Tali omicidi, durante tutto il XIX secolo, non vennero mai considerati dei crimini e si calcola che circa 20.000 aborigeni siano stati uccisi intenzionalmente dai coloni, spesso con agghiacciante crudeltà.  Attualmente, tutti gli aborigeni sono considerati cittadini britannici e, almeno teoricamente, ne hanno gli stessi diritti. Un passo fondamentale è stata la decisione del Primo ministro Kevin Rudd di chiedere ufficialmente scusa agli aborigeni per tutto quello che il loro stesso Paese ha inflitto loro, ma i conti in sospeso sono ancora tanti. Vivono nelle regioni meno abitate del Paese, prevalentemente nel Queensland, nel Territorio del Nord, nell'Australia occidentale e nel Sud, cercando di mantenere intatte le loro ancestrali tradizioni.

In principio il mondo era apparentemente morto, immerso nell’oscurità..ma ecco che gli antenati emersero dal sottosuolo per dar vita alle creature dello sterminato bush australiano come giganteschi canguri, spaventosi goanna, leggiadri koala, insetti, uccelli e tartarughe che pensano ed agiscono come uomini, in cui si poterono anche trasformare”
Questo è il tempo del sogno, il Dreamtime, che rappresenta una delle tante testimonianze della cultura aborigena.

I loro oltre 700 dialetti rappresentano il mix linguistico esistente più ampio e sono quindi i custodi della più antica cultura ancora vivente al mondo, espressa attraverso l’arte, la narrazione di storie, la danza, la musica e alla terra stessa, i cui prodotti vengono usati anche come medicinali e rimedi taumaturgici.

Il didgeridoo è uno strumento a fiato in legno scelto di eucalipto lavorato a mano forgiato in modo da ottenere una corretta dinamica tra forma, massa e suono; tale processo di lavorazione permette di amplificare la nota di fondo rendendo il suono e la vibrazione più intensa: la visione del tempo del sogno dei narratori del suono aborigeno. Lo strumento è stato pensato e realizzato in modo che l’equilibrio delle foreste non venga turbato.

Il boomerang è uno strumento solitamente di legno che percorre una traiettoria curva e, se lanciato correttamente, può tornare alla persona che l'ha lanciato. Fu il Capitano Cook, nel 1770, ad assegnare, a questo strumento, il nome di boomerang, cambiandolo dal dialetto della tribù Turaval della zona di Sydney, che lo chiamava "bu-mar-rang". Ha la sua origine in primitive armi da lancio usate dagli aborigeni per la caccia e in guerra, ma anche nei combattimenti tribali; a tale scopo, alcune tribù svilupparono varianti con forma più allungata e asimmetrica, che avevano la caratteristica di potersi agganciare a uno scudo e colpire, ruotando, la testa dell'uomo che lo reggeva. Oggi, gli aborigeni fabbricano boomerang soprattutto per venderli ai turisti, spesso decorandoli con immagini che riproducono i diversi stili della pittura aborigena.

Ricorda che, se vuoi parlare ad un aborigeno, puoi toccarlo ma non guardarlo negli occhi, in quanto lo sguardo diretto è percepito come una violazione dell'altrui interiorità. 

Incontro con la cultura aborigena

Traditional Owners, così vengono definiti oggi gli Aborigeni. Gli abitanti originari dell’Australia, ancora divisi in tribù con dialetti ed usanze diverse gli uni dagli altri, ci guidano alla scoperta della loro cultura nella quale l’elemento dominante è sempre il rapporto con la “madre terra” ed i suoi frutti. Molti dei luoghi che visiterai durante le escursioni ed i tour che di seguito Ti presento, sono accessibili solo se si è accompagnati da un rappresentante della tribù aborigena proprietaria del territorio in cui essi sono situati.

IN PARTENZA DA ULURU
Un viaggio che Ti farà scoprire le icone culturali aborigene del Red Centre. Visita Uluru (Ayers Rock) e Kata Tjuta (Monti Olgas) prima di entrare nella terra dei popoli Pitjantjatjara, una regione estremamente isolata, ove incontrerete i guardiani delle storie del "Dreamtime" (il tempo dei sogni)...

Uluru, Songlines e la Pitantjatjara 3 giorni in partenza dall'Ayers Rock Resort da € 903
1 giorno: Arrivo all'Ayers Rock Resort
Visite: Kata Tjuta con tramonto del sole. Pernottamento  in hotel a Ayers Rock Resort
2 giorno:  Ayers Rock Resort - Pitjantjatjara Lands
Visite: Uluru. Spiegazione delle tradizioni del popolo Anangu.  Cave Hill – visita delle pitture rupestri con la storia delle 7 sorelle  legata alla creazione della Terra. Pernottamento in camp a  Cave Hill
3 giorno: Ayers Rock Resort
Ritorno a Ayers Rock Resort entro le 12h00.

Quota in doppia a persona che include:
- Alloggio all' Ayers Rock Resort ,1 notte
- Alloggio in camp, 1 notte (attrezzatura inclusa)
- Prima colazione e cena il giorno 2 , solo prima colazione il giorno 3.
- Tutte le spese d'ingresso e i permessi  per l'accesso ai territori aborigeni
- Guide in lingua inglese (alcune aborigene)

Partenze : Sabato e mercoledì  da aprile  a ottobre. Minimo 2 persone

Cave Hill – seguite le "song lines" (i cammini del canto) da € 270
Una visita di una giornata nel cuore dei territori Pitjantjatjara. Con la guida degli Anangu, visitate le grotte decorate di pitture per apprendere la storia della creazione chiamata "le 7 sorelle" che  parla di questa regione ma che è profondamente legata alla storia di tutti gli aborigeni d'Australia.
Il prezzo a persona include: Pranzo, trasferimenti in 4X4, guide in lingua inglese sia aborigene che non.
Partenze: Giornaliere con minimo 4 persone
Durata: dalle 07h30 alle 16h00 circa

Visite guidate di Uluru con le guide aborigene "Anangu" (partenza dall'Ayers Rock Resort) da € 52
L'Alba da € 77 a persona
Segui il sentiero «Liru» con la vostra guida. Trasferimenti e prima colazione inclusi.
Partenze : Giornaliere, 1 ora prima dell'alba.
Il Tramonto da € 64 a persona
Segui il sentireo «Marla» con la guida e assisti al tramonto sul monolito.
Trasferimenti e refreshments inclusi.
Partenze: Giornaliere, tra le 1430 e le 1530 in base alla stagone.
Corso d’arte Aborigena da € 52 a persona
Impara a pitturare come dei veri artisti aborigeni. Puoi creare da solo un'opera che racconti la Tua storia!
Partenze: Tutti i giorni tra, tra le 1430 e le 1530 in base alla stagone.
Durata 3 ore circa.
Visita di Uluru con guida aborigena e supporto guida in lingua italiana (prezzo per 2 persone) da € 210 a persona

Dugong Beach Resort Groote Eylandt da € 875
Un'esperienza unica, un soggiorno in un Resort assolutamente fuori dai classici itinerari turistici per condividere la cultura aborigina con gli abitanti del luogo, proprietari di questa terra: il popolo degli Anindilyakwa.
Il desiderio degli abitanti dell'Arcipelago di Groote Eylandt è quello di crescere nello Spirito Comunitario, tradizionale della loro cultura; a questo scopo hanno costruito e gestiscono il Dugong Beach. Questo magnifico Resort può accogliere i viaggiatori di ogni parte del Mondo che abbiano desiderio di visitare, imparare, condividere esperienze in un'atmosfera intima e vicina alla natura.
Il pacchetto di 3 giorni/2notti include voli a/r da Darwin, trasferimenti dall'aeroporto di Groote Eylandt al Resort e viceversa, 2 pernottamenti in camera doppia, trattamento di prima colazione a scelta fra continental o cooked, i permessi di entrata laddove richiesti.
Notte extra in doppia € 139

IN PARTENZA DA ADELAIDE 
Flinders Ranges Overnight Escape
Alla scoperta dell’outback con guide aborigene, esperte conoscitrici dell’outback del South Australia.
Il tour di 2 giorni coniuga l’esperienza culturale aborigena con la visita a luoghi sacri e centri culturali, all’esplorazione dei fantastici scenari naturali offerti dalla zona delle Flinders Ranges, il pernottamento è previsto nell’esclusivo Wilpena Pound Resort situato in una posizione strategica con panorama a 360° sul paesaggio circostante.
Un tour “all inclusive” che Ti darà una visione completa di una delle zone più belle e meno “battute” del continente australiano.
Partenze giornaliere con un minimo di 2 partecipanti da € 748 a persona.

Camp di Iga Warta
Iga Warta si raggiunge da Adelaide in 4x4. Qui risiede la tribù aborigena Adnyamathanha. Visitare questo luogo significa entrare nella loro cultura, imparare il loro «Rock Painting», riconoscere flora e fauna locali e ascoltare le loro leggende davanti a un fuoco da campo. La musica e il silenzio del bush per un viaggio nel vero cuore dell'outback australiano.
Soggiorno a Iga Warta, in safari tent doppia con servizi privati € 57 a persona a notte
« Cultural Cookout », ricerca e preparazione del cibo, cena intorno al fuoco € 65 a persona
Visita dei siti di aboriginal rock art  (2 ore) € 55 a persona

IN PARTENZA DA DARWIN DA € 327
Immersione totale nella cultura aborigena: il popolo Tiwi di Bathurst Island, l'Arnhemland..
Unisciti al popolo Tiwi per una giornata d'immersione nella loro cultura. L'isola si trova nel mare di Arafura, circa 80 km a Nord di Darwin.
Qui sarai lontano dal turismo tradizionale e parteciperai alle attività tradizionali degli abitanti del luogo come la ricerca del cibo e la preparazione di stoffe e alle cerimonie tradizionale.
La quota indicata a persona include: I voli da/per Darwin in aereo da turismo, trasferimenti sull'isola in minibus e 4X4, cena, autista - guida locale in inglese.
Non inclusi: Trasferimenti dall'aeroporto di Darwin.

IN PARTENZA DA CAIRNS
Una crociera nelle paludi del Nord, sulla costa Ovest della penisola di Cape York, una regione molto isolata. Si consiglia un soggiorno minimo di 3 notti. Da € 1700

Crociera sulle Aurukun Wetlands
Incontro con i popoli Wik e Wik Way.
L’Aurukun è situato sulla confluenza di 3 fiumi che insieme formano una palude estesa più di un milone di ettari. La crociera si svolge su un'imbarcazione confortevole e ogni partenza è diversa in base alla regione scelta e all'esigenza dei passeggeri. L'equipaggio non è aborigeno ma opera in territorio aborigeno. Durante la crociera vi femerete regolarmente per incontrare guide e specialisti locali, tutti aborigeni, che condivideranno con voi le loro conoscenze dei luoghi, ognuno diverso dall'altro in base alla famiglia e alle tradizioni di chi lo abita. La crociera include diverse attività: incontri con gli anziani del luogo; presentazione di artisti locali; ricerca del cibo nel bush (bush tucker) e di medicamenti naturali; dimostrazione di creazione di utensili; battute di pesca.
Aurukun è raggiungibile da Cairns con un volo regolare operato da Skytrans più volte a settimana.
La quota a persona include: Alloggio in cabina, tutti i pasti, tutte le visite indicate.
Volo Cairns-Aurukun, andata e ritorno, prezzo indicativo, da riconfermare alla prenotazione € 580
Partenze : Su richiesta, minimo 3 persone.

Località

Consulta il nostro database elaborato per fornirti tutte le informazioni utili per recarti in Australia.
Sarai così al corrente di tutte le informazioni sulla destinazione del tuo viaggio e di ogni tipo di evento locale, dandoti così modo di rilassarti e goderti la vacanza sfruttando ogni opportunità che ti offre la tua meta.

DOCUMENTI NECESSARI

Passaporto in corso di validità  residua almeno 6 mesi dopo la data di uscita. I bambini fino a 15 anni devono obbligatoriamente avere il proprio passaporto.

E’ necessario inoltre il visto d’ingresso per turismo, e-visitor visa, della validità di 3 mesi, ottenibile gratuitamente via internet o,  in caso di soggiorno più lungo, presso l’Ambasciata di Roma (visto cartaceo). Comunque sarà mia cura richiederlo tramite il vettore aereo che Ti trasporterà in Australia.

Posso fornire consulenza anche riguardo ad altri tipi di visti quali il Working Holiday Visa, Visto Vacanza/Lavoro per giovani dai 18 ai 30 anni, valevole 1 anno e con possibilita' di visitare la destinazione e lavorare ogni 6 mesi per un datore di lavoro.

Per entrare nelle terre aborigene del Northern Territory, del Western Australia e dell’Outback sono necessario dei permessi.

Nel South Australia alcune aree desertiche sono visitabili solo previa autorizzazione del Governo perché contaminate da esperimenti nucleari.

 

QUANDO ANDARE

L'Australia, trovandosi nell'emisfero australe, ha stagioni invertite rispetto a noi quindi i mesi più caldi sono dicembre,  gennaio e febbraio, mentre quelli più freddi sono giugno, luglio e agosto.
Chiamata dagli aborigeni "terra dalle 7 stagioni,  è visitabile tutto l’anno anche se il periodo migliore va da febbraio a maggio, che corrisponde alla fine della loro estate e all’inizio dell’autunno: le notti sono fresche, durante il giorno fa caldo ma con basso tasso di umidità che rende le temperature piacevoli.

Inoltre il clima varia naturalmente a seconda delle zone.
Nel nord del Paese è tropicale con una stagione secca da maggio a ottobre, ideale per visitare il Kakadu, il Kimberley e le foreste tropicali del Queensland, e una stagione delle piogge da novembre a maggio con temperature elevate, forte umidità e possibilità di cicloni; infatti molte zone sono chiuse ai turisti. Sulle isole settentrionali della barriera corallina le piogge sono più frequenti nei mesi di gennaio e febbraio.
Sulla costa orientale, dalle isole meridionali della Grande Barriera Corallina a Sydney, le piogge si ripartiscono durante tutto l'anno con temperature piacevoli in tutte le stagioni.
L’Outback desertico presenta un clima secco con elevata escursione termica e temperature alte in particolare da novembre a marzo (oltre 40° a Alice Springs e Ayers Rock), dove diventano fastidiose le mosche.
L'autunno è molto bello soprattutto a Canberra e nelle Victorian Alps dove, fra giugno ad ottobre, vi è la stagione sciistica con i migliori impianti che si trovano anche nel Nuovo Galles del Sud e Tasmania.
Le regioni meridionali presentano un clima simile alla nostra macchia mediterranea, anche se durante l’inverno australiano nelle città che non si affacciano sulla costa le temperature possono raggiungere temperature piuttosto rigide.  Anche se il clima non è favorevole, si consiglia la visita ad aree tipo Kangaroo Island in quanto è più facile vedere animali durante tutto l’arco della giornata rispetto ai periodi estivi.
Nell’ovest, in particolare a Perth, il clima è molto caldo d’estate ed inverni miti.

Durante il periodo delle vacanze scolastiche estive (corrispondente al nostro Natale) è facile trovare il tutto esaurito in molte località; da evitare anche il periodo delle vacanze pasquali.

 

FUSI ORARI

Per la vastità del territorio, l’ ’Australia è divisa in tre fasce orarie. Il Western Australia si trova a +7 ore.

La zona centrale (Northern Territory e South Australia) a +8,30.

La zona orientale (New South Wales, Queensland, Victoria, Tasmania, Australian Capital Territory) a  +9.

Quando in Italia è in vigore l’ora legale bisogna diminuire di un’ora queste differenze. Da ottobre a marzo il fuso aumenta di un’ora a causa dell’entrata in vigore dell’ora legale australiana (in tutti gli stati eccetto Queensland, Northern Territory e Western Australia).

 

COSA PORTARE

Premesso che l’abbigliamento deve essere pertinente alle zone visitate, in linea di massima abiti comodi in cotone, scarpe da trekking, giacca a vento leggera con cappuccio per l’estate, giacca a vento e abbigliamento pesante in lana se si viaggia durante i mesi invernali o si intende recarsi in Tasmania o sulle montagne del Victoria e qualche capo elegante per le serate nelle grandi città.

Per i soggiorni balneari scarpette in gomma che evitano spiacevoli ferite dovute ai coralli, cappello con visiera larga, occhiali da sole, creme solari con fattori protettivi alti nelle ore di esposizione al sole e tubetto di crema repellente. Le protezioni solari conviene acquistarle direttamente in loco in quanto le troverai di miglior qualità, molto più economiche e molto più abbondanti. Per quanto riguarda i repellenti, Ti servirà un repellente forte, indicato per insetti tropicali, soprattutto per le foreste pluviali. Quelli venduti in Italia sono piuttosto inefficaci oltre che particolarmente cari.

Una dotazione di medicinali di pronto soccorso è utile e opportuna, tenendo conto delle grandi distanze e della scarsa popolazione soprattutto nelle zone desertiche, anche se la rete di servizi è buona ovunque.

Sacco a pelo e borraccia se si pensa di campeggiare o di visitare i parchi.

Usare uno zaino o un borsone morbido può rivelarsi molto più comodo che viaggiare con una valigia rigida.

 

INFORMAZIONI UTILI

Elettricità
Voltaggio di 240 V con una frequenza di 50 Hz e le seguenti prese:
Sono disponibili in molti negozi di articoli e materiale elettrico oppure in aeroporto in Australia.

Valuta
L'unità monetaria australiana è il dollaro australiano diviso in centesimi. Le banconote hanno tagli da 5, 10, 50 e 100 dollari, mentre le monete sono da 5, 10, 20 e 50 centesimi e da 1 e 2 dollari.
Le banche accettano l’ Euro e le principali carte di credito (non elettroniche) sono utilizzate quasi ovunque e sono indispensabili qualora siano richiesti depositi per le crociere, noleggi auto o soggiorni alberghieri.

Lingua
L'inglese è la lingua ufficiale, tuttavia coesistono molti altri idiomi data la grande diversità etnica del Paese. Non è raro incontrare qualche persona che parla italiano, soprattutto nei locali e negli alberghi.

Vaccinazioni
Non è richiesta alcuna vaccinazione, ma è obbligatorio il test HIV per chi invece chiede la residenza (che viene rifiutata in caso di sieropositività).

Sanità
Le condizioni igienico-sanitarie dell'Australia non presentano particolari problemi. Italia e Australia hanno sottoscritto un accordo di reciprocità garantendo l'assistenza medica pubblica ai rispettivi cittadini per non più di 6 mesi; esibendo il passaporto e la tessera dell'ASL si può ottenere la Medicare Card che permette ai cittadini italiani di essere assistiti gratuitamente presso le strutture pubbliche o di ottenere il rimborso (in percentuale) delle visite eseguite in studi privati. Le strutture sanitarie più facili da utilizzare sono le cliniche che effettuano l'addebito diretto al Medicare. Il trasporto in ambulanza è a carico del paziente. Nelle aree urbane gli ospedali e le strutture sanitarie sono di ottimo livello, più problematiche quelle delle aree rurali e delle zone più remote.

Pesi e misure
In Australia è adoperato il sistema metrico decimale (quello italiano), con misurazioni chilometriche, litri e chilogrammi. La temperatura è misurata in gradi centigradi.

Telefono e valori bollati
Il costo delle comunicazioni telefoniche è molto contenuto, si può telefonare da tutte le cabine o presso gli uffici della compagnia telefonica australiana utilizzando monete, carte telefoniche o carte di credito. Il prezzo delle telefonate diminuisce durante il week-end; per telefonare dall'Australia in Italia è necessario comporre lo 0011 seguito dal 39 e dal numero. Per chiamare l'Australia il prefisso è lo 0061.
Tutti i cellulari GSM italiani funzionano regolarmente in Australia ma sono utilizzabili solo nelle zone urbane, coperte solo parzialmente le regioni del New South Wales e Victoria. E' bene averlo con sé soprattutto in caso di necessità durante gli spostamenti interni.
Le tessere telefoniche hanno valori di: 2$, 5$, 10$ e 20$. Le cartoline sono facilmente reperibili così come i francobolli, acquistabili presso le edicole o gli uffici postali.

Orario negozi e banche
In tutte le città si possono trovare banchi di artigianato aborigeno ma anche negozi e grandi centri commerciali. Le attività commerciali seguono orari differenti tra stato e stato, in generale sono aperte dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 17.30 e dalle 09.00 alle 16.00 il sabato, la domenica chiuso.
Gli istituti bancari sono aperti dalle 09.30 alle 16.00, dal lunedì al giovedì e dalle 09.30 alle 17.00 il venerdì.

Consigli per gli acquisti
La maggior parte degli oggetti tradizionali è in vendita online e presso gli esercizi commerciali autorizzati. Il problema principale rimane quello dell'autenticità del prodotto. Senza un certificato di autenticità emesso da un fornitore affidabile, l'oggetto d'arte potrebbe non acquistare valore nel tempo. Così la National Indigenous Arts Advocacy Association Inc. rappresenta e tutela i diritti degli indigeni e garantisce l'autenticità dell'oggetto acquistato.
Il turista tipo acquista il Didgeridoo e il Boomerang, carissimi nelle grandi città  ma economicissimi se acquistati nelle piccole città. Cerca di acquistare tutti i souvenir nello stesso negozio e conserva lo scontrino. Se raggiungi i 300 AU$ di spesa, all'aeroporto poco prima della partenza per l'Italia, dopo aver passato il controllo doganale, Ti rimborseranno le tasse!

Controlli
Pene severe per lo spaccio di droga e per abusi commessi a danno di minori.
Al fine di salvaguardare la natura, gli ispettori di dogana sono particolarmente attenti: non è possibile importare fiori, frutta, carne ed ogni altro genere alimentare; per quanto riguarda i super alcolici è permesso un quantitativo di 1 litro, 250 sigarette e 250 grammi di tabacco.

Portatori di handicap
Grazie all'elevata cultura ed al senso civico del suo popolo, l'Australia è preparata ad accogliere i visitatori che hanno difficoltà motorie; basta avvertire in anticipo gli alberghi e le strutture predisposte all'accoglienza per ricevere assistenza.

Dal punto di vista politico
L'Australia è una monarchia costituzionale federale. Il capo dello stato è la regina d'Inghilterra Elisabetta II, rappresentata da un governatore generale.

Religione
La religione dominante è quella protestante; all'interno di questa il gruppo più numeroso è quello degli anglicani (27%) cui seguono metodisti (15%), presbiteriani, luterani e battisti. I cattolici sono al secondo posto subito dopo i luterani (26%); i non cristiani rappresentano l'11% della popolazione.

 

COME ARRIVARE

Se una destinazione è lontana come l’Australia, è eliminato fin dall’inizio il problema che di solito assilla quando si programma un viaggio, ossia come arrivarci. Impensabile andarci in nave, benchè possibile, in quanto da solo si prenderebbe tutto il soggiorno. Esclusi anche tutti i mezzi a terra in quanto bisognerebbe attraversare tre continenti per arrivarci! In aereo dunque, per forza.
Diverse compagnie aeree volano in Australia con partenze plurisettimanali da Roma e Milano, anche con coincidenze dai principali aeroporti italiani, facendo scalo in una città asiatica con possibilità di soggiornarvi (stop-over) senza costi aggiuntivi. Voli giornalieri partono da Londra, Parigi, Francoforte, Amsterdam e  Zurigo.
Il viaggio dura tra le 21 e le 24 ore.
Le tariffe sono ormai allineate e più basse rispetto a qualche anno fa; la differenza di qualche decina di euro dipende per lo più dalla lunghezza della tratta e dallo scalo intermedio, che può variare anche di quattro ore, quindi è possibile organizzare il viaggio con questo criterio: si arriva a Perth per poi allontanarsi verso il centro e verso est per ripartire da Sydney. Se l’itinerario di viaggio è tutto focalizzato sulla costa est, sul Queensland o più a sud, conviene far base su Sydney sia in arrivo che in partenza.
Un altro suggerimento può essere quello di optare per una compagnia che arrivi su più di uno scalo internazionale australiano al fine di scegliere liberamente la località nella quale arrivare e ripartire (in Australia sono internazionali gli aeroporti di Darwin, Perth, Adelaide, Melbourne, Sydney, Brisbane e Cairns).

 

COME MUOVERSI

In Australia l'80% delle persone usa l'aereo per spostarsi viste le dimensioni del Paese e le immense distanze da percorrere.

Il modo più economico per visitare l'Australia è in autobus. I mezzi sono confortevoli, attrezzati per le lunghe distanze e offrono l'opportunità di godere del paesaggio australiano senza dover guidare per intere giornate, con soste sufficienti per sgranchirsi.
Richiedimi un pass a chilometri con risparmio del 10% rispetto ad un acquisto in loco!
Hai la possibilità di acquistare un abbonamento che consente di risparmiare parecchio senza limiti di percorso o di sosta e puoi anche scambiare i km acquistati in attività come escursioni!
Da 2000 km in poi vale per un anno dopo l’inizio del primo viaggio.

Il modo più pratico di viaggiare nell’immenso outback australiano è affittare un camper e percorrere le interminabili strade che attraversano in lungo e in largo il continente a prezzi abbordabili.

Tra i mezzi più inconsueti ma pur sempre noleggiabili la mongolfiera (Alice Springs), l'elicottero (Ayers Rock) e il cammello, diffuso soprattutto nel Northern Territory (Alice Springs); puoi scegliere tra un ampio ventaglio di proposte, da passeggiate di cinque minuti a spedizioni di 14 giorni.

 

Viaggi in treno

La magia del treno per storiche rotte.

L’Australia ha in serbo per Te alcuni tra i più spettacolari e indimenticabili viaggi ferroviari del mondo!
I treni collegano le città di maggiore importanza con alcune località minori e, anche se sono lenti e più cari rispetto ad altri mezzi, il paesaggio è davvero unico e il servizio di alto livello.

Il viaggio sui 2 treni principali è come un viaggio nella macchina del tempo e dello spazio!
L’ Indian Pacific attraversa in largo tutto il continente da Perth a Sydney, o viceversa,  unendo l’Oceano Indiano e quello Pacifico (da qui il nome), per la durata di 65 ore, con partenza 2 volte la settimana e copre in totale 4352 km che vengono percorsi in 4 giorni. Puoi optare per soste nelle fermate intermedie del treno a Kalgoorlie, Adelaide e Broken Hill. Quote da € 457 a persona.
Il Ghan, diminutivo di Afghan in ricordo dei cammelli afgani che attraversavano la stessa zona a metà Ottocento, percorre quasi 3000 km in 47 ore da Sud a Nord, da Adelaide a Darwin. Quote da € 229 a persona.
Entrambi hanno un bel design e diverse classi di servizio.

The Southern Spirit: il nuovo collegamento tra Adelaide/Melbourne/Brisbane e viceversa, con durata 6 giorni/5 notti e 2 classi di servizio.

L’Overland collega Melbourne e Adelaide da più di 100 anni.

Tra Melbourne e Sydney il viaggio in treno ha la durata di 14 ore e 30 minuti.

Da Sydney c’è anche il treno che porta alle Blue Mountains.

Spostandoci nel Queensland, tra Brisbane e Cairns puoi scegliere tra il Tilt Train e il Sunlander (quote da € 139 a persona). Inoltre Spirit of the Outback che viaggia tra Brisbane e Longreach e il Kuranda Scenic Railway, un percorso in locomotiva tra Cairns e il folcloristico villaggio di Kuranda immerso nella foresta pluviale (quote da € 41 a persona).

Nel Western Australia vi sono l’Australind tra Perth e Bunbury e the Prospector tra Perth e Kalgoorlie.

Il West Coast Wilderness Railway attraversa le foreste pluviali e le gole della selvaggia Tasmania.

 

INDIRIZZI A CUI RIVOLGERSI

CONSOLATO AUSTRALIANO
 Via Borgogna, 2 
20122 Milano 
Tel. (+39) 02 777041

AMBASCIATA D’ITALIA IN AUSTRALIA
12 Grey Street, Deakin, Canberra
Tel. (+61 2) 6273 3333   
Fax +61 2 62734223
Cellulare di servizio +61 418 266349          
Email: ambasciata.canberra@esteri.it
Sito web: www.ambcanberra.esteri.it

Altri consolati d’Italia ad Adelaide e Brisbane; generali d’Italia a Sydney e Melbourne; vice-consolati a Cairns, Darwin, Hobart.

AMBASCIATA AUSTRALIANA
Via A. Bosio 5
00185 Roma
Tel. (+39) 06 852721
http://www.italy.embassy.gov.au/

ENTE DEL TURISMO
C/o Aviareps Piazza Repubblica 32
20149 Milano (Milano)
Tel. 02 43458373

ENTE DEL TURISMO IN AUSTRALIA
Level 4, 80 William Street
Woolloomooloo NSW 2011
Telephone: +61 2 9360 1111

www.australia.com

 

ENOGASTRONOMIA

I viaggiatori saranno sorpresi dell'offerta enogastronomica tra le migliori al mondo.

Gli chef e i produttori di vini hanno appreso il meglio delle cucine mondiali, complici anche le varie etnie che abitano nel continente, per creare uno stile unico e originale, mixando i prodotti naturali, maturati al sole, realizzando un delizioso melting pot culinario e vini aromatici, sullo sfondo di scenari sensazionali.

Di buon livello in tutto il paese, la cucina australiana riesce a soddisfare tutti i palati, anche quelli più esigenti.  In particolare Ti consiglio i frutti di mare.

A parte la colazione, il pasto principale è la cena (da 10 euro a 60-70 euro nei migliori ristoranti). I costi per il pranzo oscillano da 5 a 15 euro.

Il menù si sviluppa tra due portate: starter (il nostro antipasto) e main ( il piatto principale).

L'ottimo vino australiano, bianco o rosso, accompagna perfettamente i piatti della cucina sia locale che internazionale. L'Australia vanta ben 60 regioni vinicolee numerosi vini vincitori di premi.

Come per il dormire, non ci sono problemi per mangiare in Australia: vi si trovano ristoranti di tutti i tipi e di tutte le nazionalità (abbondano i ristoranti e le pizzerie italiane). Da ricordare che lo stesso piatto costa la metà o il doppio se consumato in un locale senza o con la licenza di vendere alcolici.

Con pochi dollari si può mangiare nei vari fast food o nei take-away, locali che preparano piatti da asporto di vario tipo, dalla pizza ai menù vegetariani, ai piatti della cucina cinese, malese, greca..

Comodi i smorgasboard, sorta di ristoranti self service dove, con una spesa di circa 10 dollari, paghi tutto quello che riesci a mangiare.

Le mance non sono obbligatorie ma si ritiene opportuno lasciare il 10% del conto totale.

E’ possibile aggiungere un corso di cucina al Tuo itinerario che può includere anche arte, tradizione e cultura in escursioni meravigliose.

L'ottimo vino australiano, bianco o rosso, accompagna perfettamente i piatti della cucina sia locale che internazionale. L'Australia vanta ben 60 regioni vinicolee numerosi vini vincitori di premi.

 

FAUNA DELL’AUSTRALIA

Il continente è noto per la grande varietà di specie animali, e vegetali, molte delle quali uniche al mondo: l’ornitorinco, la foca, il toporagno, il diavolo della Tasmania, l’emù, l’echidna, il dugongo. I simboli dell’Australia sono il koala e il canguro.

Il koala, trascorre quasi tutta la sua vita sugli alberi di eucalipto. Nel corso della notte impiega circa 4 ore per cibarsi di circa mezzo chilo di foglie tenere e germogli e il resto del tempo sonnecchiando, il tutto a cavallo delle tipiche biforcazioni dei rami. Questi simpatici animaletti devono all'eucalipto il gradevolissimo e balsamico odore della loro pelliccia, tenendo lontani i parassiti!

Dietro l’etimologia della parola canguro si nasconde un malinteso tra inglesi e aborigeni. Si racconta che i primi coloni che videro il singolare animale marsupiale e chiesero agli indigeni quale fosse il suo nome, si sentirono rispondere “Kan ghu ru”, che nella lingua locale significava “non ti capiamo”. Gli inglesi pensarono che fosse il nome e coniarono la parola kangaroo.

Da citare il Christmas Island National Park, sulla Christmas Island a nord-ovest dell’Australia, che vanta la più grande e diversificata comunità di granchi di terra del mondo: ben 20 specie diverse, tra cui i mitici Red Crabs, la specie più numerosa.

La mortale “dozzina” australiana
Gli incontri ravvicinati con gli animali pericolosi che vivono in Australia non sono poi così frequenti, anche se di fatto vi si trovano più creature letali che in qualunque altra parte del mondo. Infatti qui si trovano le specie di serpenti più velenosi del mondo, tra cui 2 specie di ragno tigre, la vipera della morte e il serpente bruno litoraneo e interno e il taipan (outback); 21 specie di ragni velenosi come quello dei cunicoli (New South Wales) e la vedova rossa.
Da dicembre a marzo la medusa marine stingers (nord Queensland), il blue-ringed octopus, il pesce pietra e la conchiglia cono (barriera corallina), la zecca ixodes holocyclus (bush della costa orientale), senza dimenticare naturalmente i coccodrilli (fiumi del Nord Queensland e del Northern Territory) anche quelli marini e gli squali, tra cui il più pericoloso squalo bianco (Kangaroo Island).
Va ancora segnalata la presenza, nelle regioni di Busselton, Augusta, Margaret River e Kimberly, di una zanzara che trasmette un virus, chiamato Ross River Virus, che dà sintomi molto simili a quelli della malaria, ma per il quale ancora non si è trovato un rimedio.

Basta rispettare scrupolosamente i cartelli che ne indicano la possibile presenza e seguire le indicazioni che Ti verranno date in loco.

 

LETTURE CONSIGLIATE

LA MIA AUSTRALIA SALLY MORGAN
E VENNE CHIAMATA DUE CUORI MARLO MORGAN
IL CIELO, LA TERRA E QUEL CHE STA NEL MEZZO MARLO MORGAN
LA VIA DEI CANTI BRUCE CHATWIN
IN UN PAESE BRUCIATO DAL SOLE. L’AUSTRALIA BILL BRYSON
COI BAMBINI NEI PAESI DEI CANGURI: AUSTRALIA FACILE ADA GRILLI BONINI
UN ANNO IN OTTO ORE DARIO SORGATO
AUSTRALIA. LA NUOVA FRONTIERA ALESSANDRA MATTANZA
WALKABOUT PERICLE CAMUFFO
IO E LA MIA OMBRA CAROLE MACKIE E SUE BRATTLE
UNA CORSA NEL VENTO PETE GOSS
L’ULTIMA TRIBU’  TIM FLANNERY
STORIA, NATURA, POPOLAZIONI DEL QUINTO CONTINENTE MAURO BURZIO
AUSTRALIA: QUANDO UN SOGNO DIVENTA REALTA’. DIARIO DI VIAGGIO PER SURFISTI E NON.
FABRIZIO PERDICHIZZI
RACCONTI DEL TEMPO DEL SOGNO A. W. REED
DAISY BATES NEL DESERTO. TRA GLI ABORIGENI DI PASSAGGIO JULIA BLACKBURN
AI CONFINI DELLA TERRA ILLIAM GOLDING
IL CIELO A ROVESCIO. RACCONTI CONTEMPORANEI DALL’AUSTRALIA FRANCA CAVAGNOLI
CAMMINA PER ME ELSIE. EPOPEA DI UN ITALIANO EMIGRATO IN AUSTRALIA FLAVIO LUCCHESI
QUANDO VEDI UN EMU’ IN CIELO ELISABETH FULLER
MEGLIO MORTO LINDA JAIVIN
AUSTRALIAN CARGO ALEX ROGGERO
SALUTE E STORIA DEGLI ABORIGENI. POTERE E PREGIUDIZIO NELLA REMOTA AUSTRALIA ERNEST HUNTER
I SENTIERI DEI SOGNI. LA RELIGIONE DEGLI ABORIGENI DELL’AUSTRALIA CENTRALE THEODOR G. STREHLOW
GLI ABORIGENI AUSTRALIANI VITTORIO CESARE
ORME. UNA DONNA E QUATTRO CAMMELLI NEL DESERTO AUSTRALIANO ROBYN DAVIDSON
CUSTODI DEL SOGNO. VIAGGIO SPIRITUALE TRA GLI ABORIGENI AUSTRALIANI HARVEY ARDEN
LA RIVA FATALE. L’EPOPEA DELLA FONDAZIONE DELL’AUSTRALIA HUGES ROBERT
UNA CITTA’ COME ALICE NEVIL SHUTE
RACCONTI AUSTRALIANI HENRY LAWSON
GENTE DEL BUSH HENRY LAWSON
I GERANI DELLA SIGNORA SPICER HENRY LAWSON
BRUM BRUM. 254.000 KM IN VESPA GIORGIO BETTINELLI
LA STRADA SBAGLIATA PETER MOORE
AUSTRALIANDO CLAUDIO MONTALTI
L’AUSTRALIA OLTRE IL 2000 VARI AUTORI
UN CAMMELLO TRA I CANGURI  CRISTINA CAPPA LEGORA
UN GIORNO E’ BELLO E IL PROSSIMO IL MIGLIORE: UN SICILIANO IN AUSTRALIA ANTONIO SBIRZOLA
LE ULTIME TRIBU’ SULLA TERRA  PAUL RAFFAELE

 

EVENTI IN AUSTRALIA

Gli eventi sono il modo ideale per vivere la profondità e la varietà della cultura, dei paesaggi e dei prodotti che l’Australia Ti può offrire. Quello che segue rappresenta solo un assaggio dei numerosi eventi che possono arricchire il Tuo viaggio in Australia.

1 gennaio: Capodanno tutto da vivere nelle maggiori città australiane e non solo per iniziare l’anno al massimo!

26 gennaio: Australia Day che celebra la nascita della nazione, “ottima scusa” per uscire e godersi la fantastica estate australiana! La maggior parte degli australiani aborigeni la chiama “Invasion Day” per ovvi motivi

Inoltre da citare il Sydney Festival, con le migliori rappresentazioni artistiche e visive che si tengono in tutta la città, l’Australian Open, quando le stelle del tennis si giocano il titolo del Grande Slam, il Country Music Festival e il Tour Down Under, quando i migliori ciclisti attraggono folle di partecipanti

Febbraio: Tropfest, il più grande festival di Cortometraggi all’aperto

Marzo: Adelaide Arts Festival, il Womadelaide, una rassegna all'aperto di musica e danza sempre ad Adelaide

25 aprile: Anzac Day, per non dimenticare

Inoltre The Canberra Balloon Fiesta, un magico mix di mongolfiere e colori e Alice Springs Cup Carnival, che si prolunga anche a maggio

Luglio: Gold Coast Marathon, The Lion Camel Cup, la parata dei cammelli

Agosto: Australian Safari dello spettacolare Outback del Western Australia, Riverfestival Brisbane, quando i corsi d’acqua sono il cuore delle celebrazioni della città, Darwin's Beer Can Regatta, una regata che prevede la partecipazione di barche interamente costruite con lattine di birra.

Settembre: Floriade, l’arte in fiore a Canberra

2 Ottobre: Labour Day

Sempre in ottobre Opera In The Outback, Melbourne International Festival

Novembre: Melbourne Cup (Il primo martedì di novembre, l’Australia ogni anno si ferma per celebrare questa importante gara ippica), Mark Webber Pure Tasmania Challenge, una gara di 6 giorni con fini benefici i cui partecipanti variano da atleti professionisti a società sportive.

Si festeggiano inoltre le principali feste cristiane (Pasqua, Natale).

Numerosi anche i festival aborigeni durante i quali, in genere, non è richiesto il permesso per entrare nelle terre aborigene.
Il Garma Festival  è il festival più importante di tutto il continente sulla cultura aborigena e richiama più di 20 clan provenienti dai territori del nord.
Lo Stompen Ground Festival si tiene a Broome in ottobre mentre il Barunga Wugularr Sports & Cultural Festival si svolge vicino a Katherine nel mese di giugno.
L'arte aborigena si celebra ad Alice Spring ogni anno, tra agosto e settembre. Si espongono e si vendono le opere provenienti dal Central Australian Aboriginal Art Centre, che mostrano la grande varietà di stili praticata in questi territori. Le opere messe in vendita hanno prezzi accessibili e particolarmente interessanti.

Consulta il nostro sito!

Consulta le nostre pagine web per scoprire le varie offerte e soluzioni a disposizione per la migliore pianificazione del tuo viaggio. Il nostro sito ti offre informazioni e notizie dell’ultima ora riguardanti le mete prescelte, orari e stato del trasporto aereo, terrestre e marittimo per essere al corrente di ogni novità sugli orari.
Consultando le nostre pagine sarai sempre aggiornato su qualsiasi informazione utile riguardante la meta prescelta.

Perchè visitarla

Terra unica al mondo per il suo outback (il suo cuore, la sua anima), le sue coste, le sue città, la sua natura, lo spirito ancestrale aborigeno, la libertà di muoversi.

La ricchezza di tesori così diversi l’uno dall’altro da potere viverli tutti in un unico continente.

La diversita’ della natura si accompagna ad una grande diversita’ culturale, tra quella del popolo aborigeno e quella anglosassone, che rappresenta la forza di questo giovane paese dall’atmosfera fresca e cosmopolita capace di ospitare e far coabitare razze e culture diverse.

La lontananza e’ forse la carta vincente per preservarsi dal resto del mondo ed essere quello che l’Australia dimostra di essere: un paese pacifico, buono e sicuro. Infatti la sua sicurezza e lo spirito informale della sua gente Ti mettono subito a Tuo agio.

Destinazione visitabile tutto l’anno con differenti climi che Ti permettono di andare a sciare negli Stati meridionali un giorno, e il giorno dopo di immergerTi nelle acque miti attorno alla Grande Barriera Corallina!

Meta ideale per la luna di miele, un viaggio in Australia è adatto a tutti: giovani, famiglie con bambini, sportivi.

 

L’Australia non è un paese caro

Un hotel 3 stelle in città i costi oscillano da euro 80 a euro 130 a notte a camera. Generalmente più care le sistemazioni all’interno di parchi, aree protette e isole della Barriera Corallina.

I costi dei voli intercontinentali variano a seconda della compagnia aerea, il periodo di effettuazione e quanto tempo prima si prenota. Si oscilla da un minimo di circa euro 900-1000 in bassa stagione, ai euro 1990 della Qantas in alta stagione, che consente di utilizzare fino a tre voli interni.

Il noleggio auto giornaliero è a partire da euro 66 in città, da euro 94 in un’area remota e da euro 118 per una Toyota Rav 4. Il noleggio camper giornaliero è a partire da euro 92.

I numerosi mezzi di trasporto pubblici tra cui il tram, i traghetti e i monorotaie sono convenienti oltre a essere efficienti, puliti, affidabili.

Offre così un ottimo rapporto qualità prezzo.

Curiosità

I miracoli dell’eucalipto
Le proprietà benefiche e curative
In erboristeria e in fitoterapia l'eucalipto sembra rivelarsi efficace nel trattamento delle infiammazioni dell'apparato respiratorio, urogenitale e intestinale. Il carbone del suo legno è utilizzato in caso di intossicazione accidentale da veleno e cibo avariato. Inoltre, secondo alcuni,  sembra essere efficace anche in alcuni casi di diabete e nel trattare mediante toccature piaghe e scottature.
Un aroma intenso amico del benessere
Nel campo cosmetico, è usato frequentemente come deodorante e purificante delle pelli impure, e in generale per preparare detergenti per il corpo. Nei trattamenti termali e nelle spa il suo aroma è utilizzatissimo come profumatore di saune e bagni turchi. L'olio essenziale della pianta viene in molti casi usato per massaggi di vario tipo.
La storia insegna..Necessitando di un grande fabbisogno d'acqua, si rese utilissimo nella bonifica dell'Agro Pontino nei primi decenni del Novecento. L'eucalipto fu lì piantato intensivamente, sia perché contribuiva a prosciugare i terreni dalle acque stagnanti, sia perché i filari creati dagli alberi funzionavano perfettamente da frangivento anche contro le frequenti trombe d'aria che colpivano la zona.
Inoltre..
Il legno di eucalipto è adattissimo per la produzione di carta e come combustibile.

L’Australia da guinness!
E’ l’isola più estesa del mondo, l’unica a essere anche un continente, il più piccolo, l’unico continente a essere anche una nazione, l’unica nazione nata come prigione e l'ultima terra colonizzata dagli europei. E’ il paese con il più grande monolito del mondo (Uluru-Ayers Rock), il più vasto organismo vivente (la Grande Barriera Corallina) e l’unico visibile dalla luna, il numero più alto di spiagge (oltre 7000), il più lungo tratto rettilineo di ferrovia (478 km), il più lungo recinto del mondo, i dieci tipi di serpenti più velenosi, il più alto numero di conigli (oltre 10 miliardi)..e pensare che nel 1859 i coloni ne importarono 24 come animali domestici!
Inoltre offre il maggior numero di fiori, nonché i più antichi. Queste piante sfoggiano colori sgargianti, strepitosa bellezza ed affascinante forma; crescono nel continente più incontaminato e dotato di una grandissima carica energetica.